Rss

Archives for : E Commerce

Etsy Sales Report: crescita del 250% in due mesi.

Il portale e-commerce Etsy.com, specializzato nella vendita di prodotti artigianali, come cappelli peruviani e guanti di lana ricamati a mano, sta crescendo a ritmo esponenziale.
Etsy ha guadagnato, dopo sette mesi dalla partenza online, 250.000 dollari. Certo non sono cifre altissime paragonate ai bilanci pubblicati da Ebay o Amazon, ma si tratta sempre di un valore positivo raggiunto in pochi mesi.
Aggiungo la classica tabella riassuntiva.

Mese Vendite totali Nr. venditori
08/05 $10.000 1.018
09/05 $40.000 1.516
11/05 - $100.000
01/06 $250.000 5.027

Google Video Store: nuovo concetto per un sito e-commerce

Da poco tempo é uscito il nuovo sistema Google Video Store, che ha creato non poche discussioni riguardo all’entrata di Google sul mercato E-Commerce, settore fino a quel momento, totalmente inesplorato. La prima domanda che ci si pone é se Google ha quindi intenzione di proseguire seguendo questa strategia, tralasciando in parte i suoi sistemi di guadagno più diffusi come AdSense.
L’altra domanda che ci si pone é se Google Video Store può essere inserito, come concetto di vendita, nel gruppo degli Online Shop tradizionali come Amazon.

John Battelle descrive la sua idea di “negozio online”, come un sistema che segue i trend del consumatore offrendo determinati prodotti insieme a tutta una serie di regole dettate dal mercato. Un negozio online, utilizza la ricerca dei prodotti come valore aggiunto, non é quindi il suo sistema di diffusione primario.

Battelle si riferisce ad un articolo di Gaynelle Grover, che dice esattamente di come Google Video sia il valore aggiunto, del risultato della ricerca di Google, in altre parole, viene data agli utenti la possibilità  di comprare quello che l’utente trova attraverso la ricerca in rete, sfruttando il suo più grosso potenziale, ovvero quella della sua stessa diffusione.
Quest’ultima frase, sintetizza esattamente la questione, non a caso Google Video Store si descrive come “the world’s first open online video marketplace”. Insomma Google Video cerca di creare un approccio differente all’acquisto, più diretto verso il consumatore.
Infatti, mentre nel classico sistema di vendita, il rivenditore fissa un suo prezzo, che si differenzia da quello del produttore, in Google Video il prezzo di vendita si può riassumere con la formula 70/30, dove 70 é il prezzo del produttore, quindi in conclusione é quest’ultimo in pratica a decidere il prezzo di vendita.

Il concetto di vendita di Google Video Store é ambizioso e pone delle reali novità  rispetto ai classici sistemi di vendita online. Google stesso é cosciente delle difficoltà  che può contenere un sistema di questo tipo é si sta quindi orientando alla cattura di contenuti video esclusivi e difficili da reperire, offrendo ai produttori la possibilità  di fissare loro stessi il prezzo di vendita e di guadagno.